Tajine, la pentola per cucinare in modo gustoso e salutare

Se è da tempo che vuoi dare una ventata di novità alla tua cucina e al modo di cucinare le tue pietanze ma non sai come fare, allora è arrivato il momento di passare alla Tajine, che altro non è che il nome proprio della pentola berbera originale del Marocco. Fatta interamente in terracotta, di solito decorata o smaltata, la Tajine si compone di un pezzo inferiore e di uno superiore: il primo è piatto e circolare, con bordi bassi, mentre il secondo ha una forma conica e serve a coprire il piatto inferiore durante la cottura. La particolarità della Tajine è data proprio dalla forma del coperchio, che è strutturata in modo conico per permettere alla condensa di tornare verso il basso, con all'esterno un pomello che serve ad assicurare una presa solida. Una volta terminata la cottura, il piatto è pronto per essere messo direttamente in tavola e servire la portata appena cotta. La Tajine predilige una cottura lenta, la quale è in grado di regalare un'amalgama unica degli aromi e dei sapori, nonché conferire una morbidezza ineguagliabile agli alimenti. L'elemento più importante della cottura nella Tajine però è dato dalla salute, in quanto è un metodo con impatto bassissimo per quanto riguarda i grassi. I cibi poi non hanno necessità di essere conditi con il sale, ma solo insaporiti con spezie ed erbe aromatiche o frutta secca. Per sfruttare appieno il suo potere, la Tajine va posta sul fornello prescelto utilizzando una retina spargifiamma.